Sull'accesso

È interessato a una carriera nella cooperazione internazionale, ma non sa esattamente come trasformare questo desiderio in realtà? Non è il solo a trovarsi in questa situazione. È una bella sfida accedere a questo settore professionale; non ci sono ricette semplici e preconfezionate. È un percorso che si distingue da altre professioni per alcune particolarità.

Lavorare nella cooperazione internazionale (CI) significa applicare e ampliare il proprio sapere in questo settore professionale. L’acquisizione di nuove conoscenze e competenze durante l’esercizio della professione ha un’importanza decisiva, molto maggiore rispetto al percorso formativo e ai corsi di aggiornamento formali. Questi ultimi completano l’esperienza professionale, ma non possono sostituirla.

Per questi motivi non è possibile indicare un percorso classico attraverso cui accedere alla CI. Inoltre non a tutte le persone viene data l’opportunità di lavorare nella CI. Molto dipende dalle caratteristiche personali, quali età, professione, esperienza professionale. Di regola è necessario tracciare da soli la strada per accedere a questo mercato del lavoro: tappa dopo tappa. Magari sono necessari più anni per acquisire un bagaglio di competenze sufficientemente grande per avere delle buone possibilità per affermarsi nella CI.

Chi intende incentrare, completamente o sul lungo periodo, il suo percorso professionale nella CI deve occuparsi presto e in maniera approfondita della CI e del relativo mercato del lavoro. Vale la regola generale: Più si è giovani, maggiori sono le possibilità.

Non tutto è influenzabile

Non è possibile pianificare completamente il proprio accesso alla CI poiché non tutti i fattori sono influenzabili. Chi si trova di fronte alla scelta professionale, dovrebbe chiedersi: Sono disposto a seguire questa formazione, anche se non avrò mai la possibilità di lavorare nella CI?

Una cosa è sicura: Per iniziare una carriera professionale nella CI è necessario aver concluso una formazione e aver acquisito una certa esperienza professionale. È possibile garantire un’elevata qualità delle attività nella CI soltanto con collaboratori qualificati. Inoltre, le persone interessate devono essere disposte a vivere delle esperienze all’estero; possibilmente fin dall’inizio.

Interrogarsi sul proprio futuro

Chi intende accedere alla CI deve occuparsi della propria pianificazione professionale: Dove mi trovo? Dove intendo andare? Che cosa mi motiva? Che cosa è importante per me oltre alla mia carriera professionale? Vale la pena interrogarsi su questi scenari sul medio e sul lungo periodo; non per scolpire il proprio futuro nella pietra, ma per valutare le varie possibilità e le relative conseguenze.

Chi intende lavorare nella CI, dovrebbe riflettere anche sulla sua motivazione: Che cosa mi interessa esattamente della CI? Spiegazioni generalizzate sulla propria motivazione non rispondono in maniera adeguata alle richieste dei molteplici settori professionali, delle varie funzioni e organizzazioni nella CI.

Scoprite il panorama della CI

Che cosa significa cooperazione internazionale? Nel panorama del mondo di lavoro della CI troverete definizioni, attori ed esempi di carriera.

Newsletter cinfo

Rimanete al corrente degli ultimi sviluppi della cooperazione internazionale Svizzera grazie alla newsletter di cinfo.

Per contattarci

Avete domande, commenti, o richieste? Rimaniamo volentieri a vostra disposizione.

info@cinfo.ch

Condividi questa pagina